La provincia di Alessandria ritorna in arancione, consumi stravolti per chi non ha il green pass

Le prime settimane dell’anno fanno registrare ulteriore forte crescita di food delivery

Cambio di colore da oggi per Piemonte e provincia di Alessandria: per l’avanzare dei contagi un italiano su cinque (20%%), per un totale di 11,7 milioni, si trova in zona arancione.

“Sono gli effetti dell’avanzata della variante Omicron che sta mettendo sotto pressione le strutture sanitarie ed alimentando preoccupazioni tra i cittadini. Nonostante il fatto che la differenza tra zona bianca, gialla e arancione sia stata in gran parte annullata dalle ultimi provvedimenti, la presenza di milioni di persone prive di green pass perché contagiate, non vaccinate o in isolamento sta profondamente modificando i nostri comportamenti di consumo”, ha affermato il Presidente Coldiretti Alessandria Mauro Bianco.

Un cambiamento destinato ad accentuarsi con il varo da parte del governo del nuovo decreto per l’accesso agli esercizi commerciali.

“Dal punto di vista alimentare si registra un crollo dei consumi fuori casi in bar, ristoranti, trattorie e agriturismi provocato anche dalla preoccupazioni per i contagi, dallo smart working e dal calo del turismo ma, al contrario, si segnala un aumento degli acquisti in negozi, supermercati e mercati dove peraltro non sarà necessario il green pass”, ha aggiunto il Direttore Coldiretti Alessandria Roberto Bianco

In ulteriore forte crescita a inizio anno la consegna a domicilio con la food delivery che ha raggiunto in Italia il valore record di 1,5 miliardi nel 2021 con un incremento del 59% rispetto all’anno precedente secondo l’Osservatorio nazionale sul mercato del cibo a domicilio.

 

 

Ufficio Stampa e Relazioni Esterne

Coldiretti Alessandria

Corso Crimea 69

15121 Alessandria

+39 0131 250700 int. 623

ufficiostampa.al@coldiretti.it

 

logo
            facebook.png
twitter.png
instagram.png
cid:image006.png@01D63B2C.39B177E0