IL POSTO DELLE PAROLE

ASCOLTARE FA PENSARE

Marco Candida, I 69 giorni.

 Marco Candida, I 69 giorni.

Marco Candida
“I 69 giorni”
Autori Riuniti

https://www.autori-riuniti.it/

Venuto a conoscenza di un’imminente pandemia, Floris Calligaris, primario di malattie infettive di una piccola cittadina, si dimette dal lavoro. La scelta tanto improvvisa sconvolge la moglie Lilia e la figlia adolescente Iris. A ciò si aggiunge l’imposizione dello stato d’isolamento che fa precipitare una situazione familiare già tesa e problematica in un abisso di rancore e progressiva follia. Costretti in casa insieme i tre non potranno che affrontarsi e prendere atto di ciò che sono diventati: Floris con la sua meschinità e vigliaccheria; Lilia e i suoi segreti e i comportamenti sempre più antisociali; Iris, bollata fin da subito come bizzarra e pericolosa ma forse unica coscienza ancora viva e capace di riscatto. Tra le atmosfere alienanti di Richard Matheson e il sentimento caustico di film come American beauty e Happiness, il romanzo di Marco Candida indaga, con toni spesso parodistici e paradossali, i comportamenti umani e le relazioni tra le persone in situazioni limite come un lockdown o la vita di famiglia.https://widget.spreaker.com/player?episode_id=48402344&theme=light&cover_image_url=https%3A%2F%2Fd3wo5wojvuv7l.cloudfront.net%2Fimages.spreaker.com%2Foriginal%2F6f2416514e30c8564fa989cb6eb8d4c6.jpg&playlist=false&playlist-continuous=false&chapters-image=false&episode_image_position=right&hide-likes=false&hide-comments=false&hide-sharing=false&hide-logo=true&hide-download=false

“Pare proprio che stasera Floris abbia l’impellenza di dire qualcosa di improcrastinabile a Lilia. Sta tergiversando o forse sta solo attendendo il momento migliore per farlo. Comunque, deve dirglielo. Lo deve fare. Non è facile. Non è facile soprattutto tenere nascosta l’ansia. Mascherare le cose dietro un tono di voce tranquillo e la solita faccia di sempre: quella del in fin dei conti pacioso e gioviale Floris, primario presso il Dipartimento Malattie Infettive all’interno del nosocomio cittadino. È come tenersi un sasso rovente nello stomaco. Anzi, un rospo rovente. Floris si aggira intorno a Lilia con questo peso nello stomaco – un peso mobile. Si chiede se abbia o meno lo sguardo torvo. Di sicuro, deve avere l’aria tormentata. Almeno quando non si sforza di sorriderle. Sì. Deve sputare il rospo. Non sa ancora quando. Ma lo deve fare. Deve dare a sua moglie la notizia di avere deciso di dimettersi dall’ospedale. Da lunedì prossimo Floris Calligaris si cercherà un nuovo lavoro.”

Marco Candida ha esordito nel 2007 con “La mania per l’alfabeto”, Sironi editore. Ha pubblicato una dozzina di romanzi. Il suo ultimo lavoro è “Incendio nel bosco”, (Tarka edizioni; 2019). E’ presente nell’antologia americana Best European Fiction curata da Aleksandar Hemon.


IL POSTO DELLE PAROLE
ascoltare fa pensare

https://ilpostodelleparole.it/