27 GENNAIO-PER RICORDARE: “Auschwitz” di Marcello Marenaci

da culturaoltre14

Quel luogo… Auschwitz…
Negazione dell’essere
delle umane coscienze,
un campo di morte,
del gelido respiro.
La pioggia si scaglia a frotte
su groviglio di ferro,
coglieva brandelli dell’anima
in questo tempo dove l’amore muore.
Non un albero germogliato,
non un canto di uccelli,
ma… grido umano straziato
nel cielo plumbeo di cenere.
Si spandeva il dolore della storia
che non abbandona la memoria,
nessun silenzio deve mai lasciare
le coscienze da quell’inferno
dei campi di sterminio.
In un silenzio di morte,
aguzzini di quell’abominio
atrocità del genere umano
sotto le docce a gas
le ricorderai, per non dimenticare,
ad Auschwitz, un cielo di cenere.
Marcello Marenaci

auschwitz-1-3699077_960_720

https://culturaoltre14.wordpress.com/