AGI –  Uccide quattro familiari e si spara. Ci sarebbero contrasti connessi a una eredità dietro la strage familiare commessa a Licata da Angelo Tardino, 48 anni. L’uomo, trasportato in elisoccorso all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta in “coma irreversibile, piantonato dai carabinieri”, come spiegato dal procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, è morto in tarda mattinata a causa delle gravi lesioni.

Alle prime luci del giorno l’assassino era andato in contrada Safarello, dove si trova la casa di campagna del fratello Diego, 45 anni. Nella stessa zona ci sono dei terreni lasciati in eredità dal padre, tutti coltivati a primizie.

Tra i due fratelli sarebbe scoppiata una violenta lite, l’ennesima, per questioni di spartizione delle aree coltivate. Durante il litigio, Angelo Tardino ha estratto una pistola Beretta calibro 9×21 e fatto fuoco contro il fratello, la cognata Alexandra Angela Ballacchino, 40 anni, e i due nipoti Alessia di 15 e Vincenzo di 11 anni. Il bambino sarebbe stato trovato sotto il letto avvolto in una coperta…. Leggi tutto su: Sorgente: Un uomo ha sterminato la famiglia del fratello per una lite su un’eredità