Questo profumo

Questo profumo d’ostro,
carezza di salmastro,
questo sole d’agosto,
il vento di maestro
che accarezza la pelle,
risveglia le corolle
di margherite e calle,
dà vita agli aquiloni,
spumeggia come vino,
come riso bambino.

Questo dolore vano,
il vento di levante,
quell’odore di fieno,
quel tuo sorriso pieno
e il passo incerto, il mirto,
alla cui ombra, assorta,
cercavi le parole
che fossero più lievi
mentre, senza rimpianti,
la vita mi toglievi.

GPG (Giuseppe Pippo Guaragna)