Oltre

Il lento sciabordio del mare
mi riporta il suo sorriso..
Ascolto la sua musica
che parla con la tua voce..
Regali emozioni
in questo giorno nefasto.
Raggiungi il mio cuore
e ci pianti un chiodo
al quale appendo i miei pensieri
ma il chiodo non regge.
Come non reggono più
le barriere che ho eretto
per tenerti lontano.
Vorrei inoltrarmici in questo mare
e disperdermi in esso
farmi cullare dalle onde
farmi portare lontano
in un’altra vita
in un altro mondo
dove tu non ci sarai
cosi riuscirò a sopravvivere.
Vele stropicciate
asciugano il mio volto
sorda al tuo richiamo
porto la mia croce
sempre più pesante.
Oltre l’infinito
stralci di memorie
portano profumi
e canti di sirene.
Prendimi per mano
musa della notte,
non senti che ti chiamo?
Qui, non è più la mia casa.
Il vento mi sospinge
mi trascina con se
insieme alle mie paure.
Sono felice ora… Sono a casa.
Una coperta di nuvole
avvolge la mia anima.

© Copyright Legge 633/1941

Paola Varotto