Oggi è la festa del Pi greco

https://f7td5.app.goo.gl/dG6r3f

via @updayIT

Un particolare della copertina del libro “Storia di π” di Pietro Greco

https://www.ilpost.it/2018/03/14/giorno-pi-greco/

Oggi è il trentesimo Giorno del Pi greco, le cose da sapere.

È la festa di π: se vi ricordate la formula dell’area del cerchio siete bravi, ma se avete capito perché il Giorno del Pi gre- co cade il 14 marzo è già qualcosa.

Oggi si festeggia in tutto il mondo il Giorno del Pi greco, la festa dedicata alla costante matematica (π) che a scuola viene inse-gnata per calcolare l’area del cerchio (A = πr²), ma che è anche molte altre cose: tec-nicamente è il rapporto tra la circonferen-za di un cerchio e il suo diametro. Per cita-re alcune delle sue applicazioni, la costan-te viene impiegata nella relatività generale di Albert Einstein, nel calcolo della probabi-lità, nell’elettromagnetismo e nella mecca-nica quantistica.

Il Giorno del Pi greco viene celebrato pro-prio il 14 marzo per via del modo in cui gli americani scrivono le date, cioè seguendo formato mese/giorno. Il 14 marzo diventa quindi 3/14, le prime tre cifre del pi gre-co. Alle ore 15 e 9 minuti di oggi pomerig-gio arriveremo a sei cifre (1, 5 e 9 sono la quarta, la quinta e la sesta cifra); sono co-munque meno delle dieci raggiunte il 14 marzo 2015: alle ore 9 e 26 minuti e 53 se-condi, mettendo in succes-sione la data e l’orario si ottenevano le prime 10 cifre del pi greco. La prossima volta che succederà una cosa del genere sarà l’anno 2115. Il 14 marzo, tra le altre cose, è il giorno in cui nacque Einstein, e diventerà noto anche come il giorno in cui morì Stephen Haw-king.

Continua a leggere su:

https://www.ilpost.it/2018/03/14/giorno-pi-greco/