Diamo il benvenuto alla poetessa Assuntina Marzotta una nuova autrice di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Sono particolarmente lieto dei presente ai lettori la poetessa Assuntina Marzotta che da oggi è entrata a far parte della redazione di Alessandria today. Alla poetessa do a nome di tuti gli autori il benvenuto e in attesa di leggere i suoi post gli auguro buon lavoro.

Note biografiche di ASSUNTINA MARZOTTA

Nasco a San Cassiano (Lecce) il 12 marzo 1959, durante un violento temporale. Le condizioni atmosferiche di allora hanno segnato l’amore per il mare in tempesta e i temporali improvvisi. 

Ho frequentato la Facoltà di Psicologia dell’Università di Padova, città dove ho vissuto fino al 2005. Vivo attualmente a San Cassiano (Lecce). Sono una docente di Scuola Primaria e amo lavorare con i bambini. Mi dedico da diversi anni alla scrittura vincendo numerosi premi letterari a carattere nazionale e internazionale ed ottenendo numerose menzioni d’onore e menzioni di merito. 

La vittoria assoluta del Premio Vitruvio 2019 (Lecce), mi ha consentito la pubblicazione della mia prima silloge poetica “Il pianto dell’elicriso”, edito da Il Raggio Verde Edizioni di Lecce, con prefazione del Prof. Vincenzo Abati, che racchiude anche una breve sezione dedicata, in particolare, a mio figlio Riccardo, allora Tenente in servizio nella Brigata Sassari, durante la missione in Afghanistan tra il 2011/2012. È stato proprio durante questa missione che ho ripreso a scrivere, quasi ininterrottamente, dopo lunghissimi anni di silenzio. 

Il 31 luglio 2021 viene presentata, in anteprima, la mia seconda silloge “Viaggio nell’anima”, edita sempre da Il Raggio Verde, la cui prefazione è stata curata dalla Prof.ssa Giuliana Coppola Toma, amata docente dei tempi del liceo.

Ho il cuore dall’altra parte del mondo, perchè è lì, in America che vivono mio figlio Riccardo e il mio amatissimo nipotino Troy Alexander, al quale è dedicata la mia prima silloge e alcune poesie presenti nella seconda.

La nostalgia per gli affetti del passato, le radici familiari, il mondo antico e prezioso che mi è stato trasfuso, mi hanno permesso di costruire il mio rifugio sicuro dove ritorno ogni volta che ho bisogno di curare le ferite dell’anima.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA