Peste suina: Lega, decreto va nella giusta direzione

Torino, 6 apr. “Il decreto votato oggi va nella giusta direzione bloccando l’ampliarsi del fenomeno della peste suina tramite la costruzione di recinzioni intorno l’area infetta, con uno stanziamento di 10 milioni di euro. Attraverso la delega alle Regioni, inoltre, si prevengono possibili espansioni emanando piani di contenimento del cinghiale e implementando le misure di bio-sicurezza per la tutela del comparto. Un grande lavoro è già stato fatto in Piemonte e Liguria dagli assessori regionali Piana, Icardi e Protopapa. Quest’ultimo, in particolare, ha emanato già un’ordinanza per il depopolamento dei cinghiali. La chiusura dei mercati di Giappone, Taiwan, Corea e Messico, d’altra parte, porta una perdita per mancata esportazione superiore ai 20 milioni di euro al mese. A questo si aggiunge il danno all’economia turistica delle province di Alessandria e Genova dove sono bloccate tutte le attività ricreative in boschi o parchi. Grazie anche al buon lavoro della Lega al governo da oggi partirà la parte operativa per il contrasto e la diffusione della peste suina in modo da eradicare la malattia, evitare l’espansione e ritornare a una condizione di normalità”.

Lo dichiarano i deputati della Lega Guglielmo Golinelli, Lorenzo Viviani, Aurelia Bubisutti, Flavio Gastaldi, Nino Germanà, Marzio Luini, Mario Lolini, Mattina Loss, Franco Manzato e Leonardo Tarantino, componenti della commissione Agricoltura.