INCIDENTE PLURIMORTALE SULLA A21 TORINO PIACENZA, DUE LE VITTIME,

LA POLIZIA DI STATO ARRESTA UN CONDUCENTE IN FUGA.

L’incidente che ieri notte si è verificato sulla A21 “Torino Piacenza” ha un epilogo: è stato arrestato il conducente dell’auto per omicidio stradale e per essersi allontanato da quello scenario di morte senza prestare soccorso a chi ne aveva bisogno.

Ieri 29 aprile verso le ore 01.15, sull’Autostrada A21, Torino-Piacenza nei pressi del Km. 111+600 direzione nord, verso Torino, in località Lungavilla (PV) si è verificato un incidente stradale con esito plurimortale nel quale sono rimasti coinvolti tre veicoli leggeri. Coinvolte due famiglie. Il bilancio è drammatico: due vittime un uomo di 45 anni e suo figlio di 11, otto i feriti.

Immediato l’intervento del soccorso sanitario, dei Vigili del Fuoco e della Polizia Stradale di Alessandria ovest che, oltre a garantire la sicurezza della circolazione ed il soccorso dei feriti, permetteva di appurare sin da subito che uno dei veicoli coinvolti si era allontanato dal luogo dell’incidente, dandosi alla fuga.

Esteso il teatro del sinistro che si è presentato agli occhi dei soccorritori, complessa la dinamica: un primo tamponamento tra due vetture è stato seguito dall’investimento dell’uomo poi deceduto.

Decisiva è stata la strategia messa in campo dal Centro Operativo Polizia Stradale di Torino che ha immediatamente diramato le ricerche del fuggiasco ai Comandi delle altre Forze di Polizia, impegnate proprio in quei momenti a vigilare una vasta porzione di territorio. In questi casi ogni minuto può fare la differenza e, infatti, la celerità delle informazioni diffuse dalla Polstrada ha permesso il rintraccio di un’auto gravemente incidentata in località Acqui Terme con l’ausilio di una pattuglia dell’Arma dei Carabinieri. 

Approfondimenti esperiti nell’immediatezza permettevano di collocare il conducente del veicolo intercettato sul luogo del sinistro mortale. 

Il conducente, veniva, quindi, tratto in arresto per omicidio stradale, omissione di soccorso e fuga.

Sono in corso ulteriori e più approfondite indagini volte alla ricostruzione della complessa dinamica ed alle responsabilità degli altri coinvolti coordinate dalle Procure della Repubblica di Pavia ed Alessandria.