https://emanuelamarrasognandodiscrivere.wordpress.com/2022/05/03/intervista-a-sara-zanelletti-scrittrice/
 
Presentati
 
Sono Sara Zanelletti ma mi piace farmi chiamare Sara Z (Z pronunciata in inglese), autrice di ‘Non ho chiesto l’America’. Sono nata a  Castelsangiovanni, una cittadina in provincia di Piacenza e da quattordici anni vivo negli Stati Uniti, (What?Già quattordici anni?!) Parlo italiano, inglese, spagnolo. Dopo tre  anni a Las Vegas dove ho lavorato come ballerina e co-star di Criss Angel per la compagnia ‘Cirque du Soleil’, un matrimonio a Las Vegas portata all’altare da un sosia di Elvis Presley nella stessa cappella dove Jon Bon Jovi si sposò, mi sono trasferita a Los Angeles, dove risiedo ora, per studiare recitazione. Nel 2021 ho creato Sara Z La La Land Stories, sono produttrice esecutiva e presentatrice. Intervisto personaggi pubblici in lingua italiana e inglese.
 
 Come e quando ti sei avvicinata alla scrittura e perché scrivi.
 
Mi identificavo e venivo sempre identificata come Sara Zanelletti, la ballerina. La mia vita era sul palco, sempre in viaggio. Ero conosciuta in quel campo. Dopo la decisione di accantonare la danza c’è stato un periodo di blackout, crisi totale.
Chi sono? Cos’ho da offrire ora? Persa in un vortice, ho dovuto ricrearmi.
 Da piccola scrivevo spesso su dei fogli i miei pensieri. Erano piuttosto introspettivi per una ragazzina ma mi aiutavano a districare ansie che non trovavano risposta nella mia mente. Non ho mai pensato però di voler intraprendere un percorso di scrittura vero e proprio.
In un periodo di forte solitudine qui a Los Angeles ho iniziato a scrivere  tutto quello che mi succedeva. Da incontri bizzarri, situazioni strane…Partendo da queste mie esperienze personali è nato il romanzo ‘Non ho chiesto l’America’.
 
Dove prendi l’ispirazione?

Il mio vissuto e il vissuto degli altri si aggrovigliano. A poco a poco nascono delle idee. Poi c’è l’immaginazione, visualizzazione a far parte del gioco.
 
 
  Hai qualche buffa abitudine mentre scrivi? Qualcosa che ti caratterizzi e che fai abitualmente durante la stesura?
 
Non ho abitudini particolari. La sera o di notte sono i momenti più produttivi. Per questa ragione vado a letto piuttosto tardi! Leggo molto, faccio tante ricerche ma tutto parte dal mio vissuto. Prendo sempre nota di ciò che mi accade. Visualizzo i dettagli per poterli descriverle al meglio. A volte recito mentre scrivo. Impersono i miei personaggi ad alta voce per dar loro una personalità definita.
  
Con i tuoi libri tendi a voler lanciare al lettore anche qualche messaggio particolare? Ti chiedo perché ogni autore lascia un po’ della sua anima nei suoi scritti, ma non sempre è esplicito.
 
In questo mio primo romanzo c’è tanto di Sara Z  anche se Giulia, la protagonista, ha preso il controllo. Giulia vi porterà oltre la vostra realtà. Vi spronerà a realizzare quello che avete sempre voluto ma per paura l’avete accantonato. Le incertezze non mancheranno ma saranno il motore ad alimentare risalite affannose dove tutto è possibile. I vostri sogni ardono, hanno bisogno del vostro ossigeno per respirare.
  
    Trovi che la scrittura ti abbia cambiato?
 
Non avrei mai e poi mai immaginato di spingermi così tanto nella scrittura fino a realizzare un libro. C’è stata senza dubbio un’urgenza nel raccontare Giulia. La scrittura mi sta rendendo una migliore comunicatrice, mi regala la possibilità solleticare emozioni, dare conforto, far sorridere, commuovere. Donare un qualsiasi tipo di supporto scelto dal lettore in quel preciso istante in cui legge.
È un percorso da districare giorno per giorno.
 
Spiegami la sensazione che hai provato quando hai pubblicato il tuo primo libro e spendi qualche parola su di esso.

 
WTF is going on?!
Una cascata di amore da molte persone, da chi mi conosce e da chi mi conosce attraverso i social media. Non me l’aspettavo, nulla è scontato, sono profondamente grata. Ringrazio tutti coloro che lavorano a Blitos, la Casa Editrice. Stanno lavorando sodo per il mio romanzo e abbiamo appena iniziato.
Thank you so much.
  
Cosa consiglieresti a chi si avvicina alla scrittura?
 
Nella mia personale esperienza, scrivete senza giudicare, ne editare quello che state scrivendo. All’inizio considerateli degli appunti su cui lavorarci in seguito per migliorare la storia.
 
 
Cosa invece consiglieresti ai lettori? Io ad esempio di leggere anche i ringraziamenti…sono ricchi di soddisfazione…
 
A mio parere una storia deve rapirti nella prima manciata di pagine. Mi auguro che Giulia vi rapisca da subito e vi porti con lei fino all’ultima pagina. Se non succede, avrà comunque shakerato un sentimento.
 
Quali sono le tue opere? Spendi una breve frase per ogni titolo, se vuoi puoi inserire anche il link di acquisto.
 
 ‘Non ho chiesto l’America’ è il mio libro di esordio.
Mi accarezza la guancia, ma mi scosto d’istinto. Improvvisamente mi accorgo di non essere più abituata ai gesti affettuosi, di amare la solitudine, di pretendere qualche centimetro di spazio inviolabile intorno al mio corpo. Lei insiste, mi accarezza i capelli con le dita incurvate dall’artrite, in- vade quei centimetri, obbligandomi a riflettere su quanto io abbia bisogno degli altri.
«Scusami, Giulia.»
«Per cosa, nonna?»
«Scusa, se ti ho fatto una carezza.»
 
 https://www.amazon.com/chiesto-lAmerica-riflessi-dellanima-Italian/dp/B09WKZN14S/ref=sr_1_1?crid=22C67N6QGKJ73&keywords=non+ho+chiesto+l%27america&qid=1648844314&sprefix=non+ho+chiesto%2Caps%2C290&sr=8-1
  
Hai qualche progetto futuro che potrei seguire e che vorresti annunciare a chi legge?
 
La traduzione inglese di ‘Non ho chiesto l’America’ è quasi terminata. Uscirà prossimamente e vorrei uscisse anche in altre lingue.
Sto lavorando inoltre alla mia serie televisiva. La puntata pilota è pronta.
La serie sarà liberamente ispirata alla storia di Giulia in ‘Non ho chiesto l’America’.
 
Nel 2021 ho creato per i social ‘Sara Z La La Land Stories’: interviste a personaggi pubblici in lingua italiana e inglese. Gli audio delle interviste le trovate nel mio Podcast su Spotify, Itunes e tutte le altre piattaforme digitali. Continuerò a cercare storie di vita che possano ispirarvi. Le trovate tutte su IG e FB
 
FACEBOOK: https://www.facebook.com/sara.zanelletti/
 
INSTAGRAM: https://www.instagram.com/sara_zanelletti/

LINKEDIN: https://www.linkedin.com/in/sarazanelletti/