ER DOLORE

Er dolore t’aspetta ar varco

pe’ corpitte ‘n’do te fa più male

Je abbasta de  concentrasse poco

pe’ scovà quer punto tuo niscosto

a’n’dove er respiro se fa più labbile

Ce conficca er veleno quello gajardo

che co’n’soffio te stenne

pe’ nun fatte più riarzà

Ma è troppo facile dajela vinta

a ‘sto magna pane a tradimento..

Basta  concentrasse  e penzà

che ‘ a vita è bella e puro drento ar male

te sa dà ‘n’emozzione scartra

che si la superi poi diventi ‘n’gran zignore

assai lontano da ‘a comare secca

che co’n’bacio gelido

nun te fa sentì nimmanco er tocco de ‘n’alito de vento

@Silvia De Angelis

IL DOLORE (traduzione)

Il dolore ti attende al varco

per colpirti ove ti fa più male

Gli basta di concentrarsi poco

per capire il tuo punto nascosto

dove il respiro si fa più labile

Vi infila il veleno quello forte

che con un soffio ti mette a terra

per non farti più rialzare

Ma è troppo facile dargliela vinta

a questo mangia pane a tradimento.

Basta concentrarsi e pensare

che la vita è bella e anche nel male

ti sa dare un’emozione forte

e se la superi diventi un gran signore

assai lontano dalla morte

che un bacio gelido

non ti fa sentire ne anche il tocco d’un alito di vento

https://ssilviadeangelis5.blogspot.com/2021/06/er-dolore.html