Foto : NilavroNill Shoovro Senior Staff Editor presso Our Poetry Archive

È La Stagione Delle Tenebre

È il peggiore dei tempi. È l’età della follia. È l’epoca dell’ipocrisia. È la stagione delle tenebre. Era l’inverno della disperazione quando tutto iniziò. Non abbiamo nulla davanti a noi per reclamare la nostra sanità mentale. Stiamo andando tutti diretti verso la distruzione. Non ci vergogniamo di rinunciare alla nostra libertà. Non ci vergogniamo di abbandonare la verità. Ci stiamo godendo le bugie dei media. Ci stiamo godendo la nostra idiozia. Le istituzioni chiedono obbedienza. I governanti chiedono una fede cieca. E le società stanno stabilendo le regole dei giochi. I leader giocano secondo quelle regole. I media stanno facendo impazzire la massa. E noi, gli idioti, seguiamo ciecamente i media. È l’era dell’isteria. È il mondo degli ipocriti.

Purtroppo, è tempo di confessare che tutte le nostre attività poetiche e letterarie sono il prodotto di questa isteria di massa e dell’intrinseca ipocrisia. Sì, parlo delle reazioni della Fraternità letteraria mondiale dal 24 febbraio. Il giorno in cui l’esercito russo ha iniziato un intervento militare specifico in Ucraina per liberare il Donbas e smilitarizzare e denazificare l’Ucraina. Da allora, la russofobia è diventata più pericolosamente contagiosa del Covid-19. E l’Europa ne è diventata l’epicentro. Il fascismo è in aumento in tutta Europa. Il nazionalismo viene incoraggiato per fomentare sentimenti anti-russi. Notizie false fabbricate dai media occidentali e approvate da Washington-DC. ha inghiottito l’intera coscienza europea. Persone e poeti si comportano allo stesso modo proprio come burattini programmati con determinati scopi. Solo per eseguire, un piano definitivo,

Quasi tutti, specialmente in Europa, stanno sostenendo i loro governi, alimentando la fiamma inviando più armi e testate in Ucraina in modo da poter avere una guerra prolungata e devastante in Ucraina. Sfortunatamente, nessuno è a conoscenza dei fatti e delle cause della crisi ucraina. Nessuno vuole conoscere la storia dell’Ucraina. Nessuno ha la più pallida idea di cosa stia succedendo in Ucraina dal febbraio 2014. Tutti sembrano essere clamorosamente soddisfatti della macchina propagandistica occidentale, credendo che sia solo Putin, una bella mattina ha deciso di invadere e conquistare l’Ucraina. È davvero il periodo più buio della storia umana, soprattutto in Europa. Politicamente, finanziariamente e persino in difesa, gli europei hanno ceduto la loro sovranità, indipendenza e libertà agli Stati Uniti. L’Europa si è fatta colonia degli Stati Uniti d’America. Ogni nazione europea ha schiacciato i propri interessi nazionali a favore degli interessi degli Stati Uniti. Ciò che è più patetico è il fatto che gli europei hanno perso la sanità mentale per realizzare questa tragedia.

No, nessuno vuole porre fine a questa guerra presto. Tutti sono interessati a prolungare questa guerra inviando sempre più armi in Ucraina. Nessuno è interessato a salvaguardare la pace internazionale e ad aiutare gli ucraini intrappolati in questo conflitto nella zona di guerra. L’Europa sta ballando al ritmo di Washington-DC per introdurre più sanzioni alla Russia per paralizzare l’economia mondiale. L’Europa non è preoccupata per i devastanti effetti economici che incombono sulle nazioni povere dell’Asia e dell’Africa. L’Europa è andata a una tale follia da non pensare nemmeno ai propri interessi. Tutto ciò che fa è sfilare in obbedienza al Pentagono.

Quindi, questa stessa russofobia è al centro dei nostri processi mentali. I governanti del gioco hanno installato con successo questo odio nella nostra mentalità. Persone o poeti pronunciano e scrivono le loro parole e preoccupazioni, non contro la guerra e nemmeno contro la macchina bellica che governa il mondo. I loro pianti e agonie si basano solo su false emozioni e simpatie, guidate da isterie e ipocrisie. Sì, la crisi ucraina ci ha esposto dappertutto. Sfortunatamente, come poeta, se la nostra coscienza letteraria perde la verità stessa, qualsiasi cosa scriviamo o produciamo come letteratura o poesia finirà come spazzatura.

Troppe antologie di poesie sono state pubblicate sul tema ‘Ucraina’ senza nemmeno interpretare la crisi degli ucraini. Senza nemmeno trovare la verità, storica, politica e socio-economica. Coloro che partecipano a queste antologie con le loro espressioni emotive difficilmente conoscono la vera verità. Nessuno è nemmeno interessato a conoscere la crisi in profondità e la sua causa. Nessuno ha idea dei nemici dell’Ucraina. Tutte le loro emozioni e simpatie per l’Ucraina sono state monitorate e costantemente guidate da bugie dei media e notizie false fabbricate sotto gli ordini diretti di Washington DC e dei suoi alleati. Sì, è il peggiore dei tempi. È l’età della follia. È l’epoca dell’ipocrisia. È la stagione delle tenebre.

La poesia, priva di verità, non reggerà mai la prova del tempo. La poesia di false emozioni e simpatie non sosterrà mai la prova della dignità umana. La poesia basata su notizie false non troverà mai posto nella letteratura. La poesia senza lo scopo di combattere il male non troverà mai il suo vero significato nell’umanità. E i poeti con fedi cieche e odio installato sono guidati dalle bugie dei media guidati dall’isteria di massa e dall’ipocrisia razziale, saranno dimenticati, anche prima della loro morte. La storia lo ha dimostrato più e più volte. La storia lo dimostrerà ancora una volta nel tempo.

NilavroNill Shoovro

It Is The Season Of Darkness

It is the worst of times. It is the age of foolishness. It is the epoch of hypocrisy. It is the season of Darkness. It was the winter of despair when it all started. We have nothing before us to reclaim our sanity. We are all going direct towards destruction. We are not ashamed of renouncing our liberty. We are not ashamed of abandoning the truth. We are enjoying the media lies. We are enjoying our idiocy. Institutions are demanding obedience. Rulers are demanding blind faith. And the corporates are setting the rules of the games. The leaders are playing the games according to those rules. The media is driving the mass crazy. And we, the idiots, are blindly following the media. It is the era of hysteria. It is the world of hypocrites.

Sadly enough, it is time to confess that all our poetry and literary activities are the products of this mass hysteria and inherent hypocrisy. Yes, I’m talking about the reactions of the world literary fraternity since 24th February. The day the Russian army started specific military intervention in Ukraine to liberate Donbas and demilitarize and de-nazify Ukraine. Since then, the Russophobia has become more dangerously infectious than the Covid -19. And Europe has become its epicenter. Fascism is on the rise all over Europe. Nationalism is being encouraged to foment anti-Russian sentiment. Fake news fabricated by the western-media and endorsed by Washington-DC. has engulfed the entire European conscience. People and poets alike behave just like puppets programmed with some specific purposes. Only to execute, a definitive plan, the conspirators are driving the mass frenzy not to denounce wars and the military-industrial complex, but to denounce Putin and Russia.

Almost everyone, especially in Europe, is supporting their governments, fueling the flame by sending more arms and warheads to Ukraine so that we can have a prolonged and devastating war in Ukraine. Unfortunately, none is aware of the facts and causes of the Ukraine crisis. Nobody wants to know the history of Ukraine. None has had any clue what is going on in Ukraine since February 2014. Everyone seems to be blatantly satisfied with the propaganda machinery of the west, believing it is only Putin, one fine morning decided to invade and conquer Ukraine. It is indeed the darkest period of human history, especially in Europe. Politically, financially, and even in defense, the Europeans have surrendered their sovereignty, independence, and liberty to the USA. Europe has made itself a colony of the United States of America. Each European nation has bulldozed its national interests to the interests of the USA. What is more pathetic is the fact that the Europeans have lost their sanity to realize this tragedy.

No, nobody wants to end this war soon. Everyone is interested in prolonging this war by sending more and more arms to Ukraine. None is interested in safeguarding international peace and helping the Ukrainians trapped in this conflict in the war zone. Europe is dancing to the tune playing from Washington-DC to introduce more sanctions on Russia to cripple the world economy. Europe is not worried about the devastating economic effects that, are looming large on the poverty-stricken nations of Asia and Africa. Europe has gone to such an extent of insanity that it is not even thinking of its self-interests. All it is doing is parading in obedience to Pentagon.

So, this very Russophobia is at the heart of our thought processes. The rulers of the game have successfully installed this hatred in our mindset. People or poets are uttering and writing their words and concerns, not against the war or even the war machinery that rules the world. Their cries and agonies are based only on false emotions and sympathies, guided by hysterias and hypocrisies. Yes, the Ukraine crisis has exposed us all around. Unfortunately, as a poet, if our literary conscience is lost the truth itself, then whatever we write or produce as literature or poetry will end up as trash.

Too many poetry anthologies have been published on the topic ‘Ukraine’ without even interpreting the crisis of the Ukrainians. Without even finding the truth, historical, political, and socio-economical. Those participating in these anthologies with their emotional expressions hardly know the actual truth. None are even interested to know the in-depth crisis and its cause. Nobody has any clue about the enemies of Ukraine. All their emotions and sympathies for Ukraine have been monitored and constantly guided by media lies and fake news fabricated under the direct orders of Washington DC and its allies. Yes, it is the worst of times. It is the age of foolishness. It is the epoch of hypocrisy. It is the season of Darkness.

Poetry, devoid of truth, will never sustain the test of time. Poetry of false emotions and sympathies will never sustain the test of human dignity. Poetry based on fake news will never find any place in literature. Poetry without the purpose of fighting evil will never find its true meaning in humanity. And poets with blind faiths and installed hatred are driven by media lies guided by mass hysteria and racial hypocrisy, will be forgotten, even before their death.History has proven it time and time again. History will prove it again in time.

NilavroNill Shoovro

From The Editorial Desk

OPA