Si sfalda l’epitelio

in filamenti aurei

raggiante su colline

sensuali,

ove scorrono vene d’oro

e finissimi calici cristallini.

Striature dorate

sui nostri destini

fluiscono istintive

scivolando reclinate

nella fusione degli spiriti

ammasso assolato

su cui coniugo

informi passioni

dal respiro sincrono.

Oscuro singulto

sfinito nel corpo

sulle spalle accasciate

di stupore sussulto

capelli di rame

sdraiati sul Kline

sfidano il tempo

abbraccio sublime.