Si trasmette il materiale inerente la confe-renza stampa di presentazione della De-mentia Friendly Community svoltasi que-sta mattina nella Sala consiliare del Co-mune di Casale Monferrato.

Casale Monferrato è la 38° Comunità Amica delle Persone con Demenza d’ Italia.

La presentazione ufficiale oggi in Sala con-siliare alla presenza del Tavolo dei Promo-tori.

È stato presentato questa mattina, giovedì 12 maggio, nella Sala consiliare del Comu-ne di Casale Monferrato il progetto Demen-tia Friendly Community, che ha ufficializza-to l’ingresso della nostra città tra le Comu-nità d’Italia Amiche delle Persone con De-menza.

Un progetto che coinvolge città di tutta Eu-ropa e che nel nostro Paese ha quale refe-rente la Federazione Alzheimer Italia, che ha voluto essere presente in collegamento con il segretario generale, Mario Possenti.

Il Comune di Casale Monferrato ha attivato il Tavolo dei Promotori per l’accredito alla Federazione Alzheimer Italia, dando così avvio al percorso per diventare una Demen-tia Friendly Community operativa. Tavolo composto da Federico Riboldi, sindaco di Casale Monferrato, don Silvano Lo Presti, della Pastorale diocesana sociale del lavo-ro degli anziani e della salute, Sara Marchi-sio, direttore sanitario AslAL, Mario Botta, presidente Casa di Riposo Ospitalità, e Da-niela Degiovanni, direttore scientifico Vitas e direttore sanitario Casa di Riposo. Il refe-rente del Tavolo all’interno della Federazio-ne è invece Anna Burke, segretario Vitas.

Ed è stato possibile ottenere in tempi brevi l’accredito grazie al lavoro iniziato nel 2018 e all’esperienza di Vitas che con l’iniziativa Il Giardino di Cicci offre assistenza gratuita ai malati con demenze e ai loro famigliari.

Il progetto Dementia Friendly Community si svilupperà inizialmente in un arco tempora-le biennale, con l’obiettivo di dare un soste-gno concreto e migliorativo alla vita delle persone affette da malattia di Alzheimer o da altre forme di deficit cognitivo e alle lo-ro famiglie. Il percorso proseguirà annual-mente con nuove iniziative per implemen-tare gli interventi e mantenere lo status di Community.

Le molte Comunità Amiche che si stanno diffondendo in tutta Italia dal 2016 sono la dimostrazione che, se è percepito il biso-gno di maggiore attenzione per coloro che vivono con una patologia come l’Alzheimer, è possibile costituire un supporto locale che abbia come obiettivo l’inclusione, la lotta allo stigma e il concetto di rete territo-riale. Obiettivo che è possibile raggiungere anche, e soprattutto, attraverso un’informa-zione corretta, tempestiva e inclusiva.

È un percorso formativo che affronta i prin-cipali temi medici e comportamentali per meglio comprendere coloro che vivono con una demenza, e dimostra come anche la conoscenza e la vicinanza possono con-cretamente dare un aiuto a coloro che af-frontano la malattia e ai loro famigliari.

Per questo, un obiettivo primario è coinvol-gere Enti, Istituzioni, Scuole, Associazioni di Volontariato, unitamente agli Operatori del sistema sanitario, per formare una re- te concreta e solidale di aiuto.

Informazioni sul sito: http://www.dementiafriendly.it/comunita/casale-monferrato , o via e-mail a: dfc@comune.casalemonferrato.al.it .

Casale Monferrato, 12 maggio 2022