Nessuno si accorge della fragilità del mio cuore,

del dolore e dell’amore che raccolgo

come un fiore

e lo tengo stretto al petto.

Ora sono pronta

per il mio giardino,

zolla dopo zolla pianto semi alla luce del mattino rosa,

rosa dopo rosa,

un arancio e un limone

profumata di viole e speranze,

rosa dopo rosa accendo la luna

e spunto le stelle,

nessuno si accorge del mio cuore fragile,

foglia dopo foglia aggiungo gemme e nuvole

spumose come zucchero filato.

mi dispiace amor mio!

sono affranta amor mio!

La mia poesia è ossigeno per la mia anima,

come il vento il respiro della terra.

Io ti dedico la mia terra, i miei fiori,

il mio respiro

e ti dono la fragilità del mio cuore.

Iris G. DM