ALBA

All'alba del sogno mi sveglio 
Vedo rocce ai piedi del sole                                                                             e le mani immerse nei campi                                                         mentre raschiano zolle dalla terra.

Vedo il mare dei miei sogni 
cullare le barche intente 
alla pesca e la canzone
diventa una delle mille reti

Sono seduta nel centro del mio 
maremoto e m'ingegno padrona
nella solitudine soffiando note
scordate della notte andata 

S'alza la risacca facendomi raggomitolare nel giorno 
svegliandomi assonnata 
e quasi rimbambita e mi chiedo 
è stato un incubo o un sogno?

Poco importa sono momenti 
austeri durano quel tanto 
del proprio valore anche se 
lasciano cicatrici nei ricordi 
del cuore 

Roberta Calati