Giancarlo Rapetti Ex Sindaco di Predosa, candidato al Consiglio Comunale nella lista di AZIONE per BAROSINI Sindaco, ci espone le sue considerazioni e relative idee su come valorizzare il complesso monumentale della Cittadella di Alessandria.

Social Media Manager – Pier Carlo Lava

LA CITTADELLA

Come si può valorizzare la Cittadella di Alessandria? Il primo passo è individuare un utilizzo funzionale, cioè un utilizzo vero, permanente, fatto di attività e di persone. Occorre superare la logica della pura conservazione, per altro finora non riuscita benissimo.

Il massimo sarebbe un grande campus universitario di dimensioni e rilevanza europea (penso a Berkeley o Heidelberg, per rendere l’idea). Oppure un contenitore culturale, sede permanente di attività ed eventi anch’essi di rilevanza nazionale o europea. Comunque una struttura viva, attiva e popolata ogni giorno. 

In tutti i casi, la componente museale, storica e monumentale sarebbe parte integrante ma non esclusiva del progetto.

La scelta definitiva può essere solo il risultato dello studio di fattibilità tecnica ed economica di cui può e deve farsi carico la Città di Alessandria, anche attingendo ai fondi statali per la progettazione.

Il primo livello di progettazione consentirà di mobilitare i contributi statali e/o europei necessari per finanziare la progettazione definitiva e la realizzazione di un intervento adeguato

Compito dell’amministrazione comunale sarà quello di affidare lo studio di fattibilità e di stabilire le relazioni necessarie ad individuare l’obiettivo funzionale e realizzarlo. Impresa non da poco, ma la Cittadella merita ogni impegno ed ogni energia.