Praticamente sconosciuta in Italia

almerighi

Albertine Sarrazin (1937 – 1967) è stata una scrittrice e poetessa francese. Più volte arrestata per crimini comuni, conseguì in carcere la maturità classica. Ciò che la contraddistingue è la capacità di miscelare il francese colto con la lingua argot della malavita, appresa durante i soggiorni carcerari.

Questa sera andrò a dormire
Nell’eternità
Quel bel sonno di coloro che hanno alla fine capito
Che non ci può essere riposo se il tempo non si ferma
Ho fuggito ogni pensiero
E tuttavia io sono
Non posso il bel meccanismo
Che promettevano il mio corpo e le mie mani e le mie azioni

E piango di paura davanti al prossimo giorno
L’animale
Dorme beatamente finché non impara
Che il sole è ghiaccio’amicizia
quel grido
Che gettiamo a noi
che il dritto e il rovescio sono due
La stessa cosa umana
Dormire
Dormirò per sempre nella terra amata
Calda terra dove il cuore…

View original post 144 altre parole