Protagonisti gli alunni della “Morbelli”: dalla ‘merenda contadina’ alla rincalzatura delle patate

Scuola: “OrtAngelo” non va in vacanza e si prepara a nuove produzioni di stagione

Termina la scuola ma non la progettualità e martedì presenti al Mercato Coperto di Campagna Amica

Coldiretti. Alessandria: “OrtAngelo”, l’orto didattico della Scuola “A.Morbelli” di Alessandria non va in vacanza anche se ormai mancano poche ore alla fine dell’anno scolastico.

Con orgoglio, insegnanti e bambini mostrano le piantine di insalata pronte per essere raccolte, le nespole e le pesche noce che stanno maturando a gran velocità, complici le alte temperature di queste settimane.

E oggi, per i piccoli coltivatori, lezione straordinaria sull’importanza della rincalzatura delle patate. Attenti e pronti a mettersi all’opera hanno ascoltato e messo in pratica quanto spiegato dal Vice Direttore Coldiretti Alessandria Emiliano Bracco che ha sottolineato come questa sia un’attività tradizionale, molto sfruttata sia negli orti domestici, sia nei vasti campi agricoli, per i  molteplici benefici che comporta poiché “la rincalzatura prevede il trasferimento di una certa quantità di terra dall’interfila alla base della pianta. Questa tecnica permette di incrementare la produttività del raccolto e di proteggere le piantine in caso di eventi atmosferici avversi o di presenza di erbe infestanti”.

Da otto anni l’orto didattico rappresenta un esempio virtuoso di produzione a Km0 dove qualità e conoscenza dell’importanza della stagionalità vanno di pari passo.

“Un grazie speciale a tutte le insegnanti, all’impegno e all’entusiasmo di Cristina Ferrarino, insegnante referente del progetto ”Facciamo un orto in giardino!”, e al comitato genitori per un’esperienza didattica che negli anni è cresciuta  entusiasmando quelli che saranno i consumatori di domani e che, al tempo stesso, li sta rendendo più consapevoli dell’importanza della stagionalità e della qualità di ciò che si mangia”, ha affermato il Presidente Coldiretti Alessandria Mauro Bianco

Obiettivo del laboratorio didattico è quello di avvicinare, in modo divertente, i bambini alla conoscenza dell’ambiente e della natura, un viaggio alla scoperta dei ritmi delle stagioni, della ciclicità della natura e delle caratteristiche dei suoi prodotti. “Lo stop a causa della pandemia, ha avuto ripercussioni anche sulla gestione quotidiana dell’orto, per questo stiamo cercando di incrementare il numero di persone coinvolte nel progetto, tra insegnanti e genitori, per avviare con Coldiretti un percorso di formazione e tutoraggio per gestire ancora meglio questo importante spazio”, ha aggiunto Cristina Ferrarino.  

Un’attività che permette di partire dalla terra, dai suoi valori e dalle relative opportunità per il futuro rafforzando così il lavoro sinergico che da anni Coldiretti Alessandria avanti con il mondo della scuola, un percorso educativo, virtuoso, per una sempre maggiore divulgazione culturale e operativa sul territorio.

“Dall’orto al piatto, non solo chilometro zero ma la certezza di aver seguito passo passo tutte le fasi come suggerisce il progetto di “Educazione alla Campagna Amica” che Coldiretti Alessandria sta portando avanti da diverso tempo nelle scuole della provincia: un laboratorio didattico dedicato al giardino e alla coltivazione dell’orto nato in Coldiretti per far avvicinare, direttamente in campo, i bambini alla natura e all’ambiente” ha concluso il Direttore Coldiretti Alessandria Roberto Bianco.

L’attività didattica sulla rincalzatura delle patate è seguita a quella iniziata ieri con la “Merenda Contadina” a base di Soma d’Aj e bruschetta al pomodoro (salsa realizzata con i pomodori di “Ortangelo”, l’aglietto appena raccolto dalla Condotta e l’olio Extra Vergine di Oliva della Bottega Fuga di Sapori, progetto legato alle carceri di Matera) che ha visto per l’occasione una perfetta sinergia tra la scuola Morbelli, Coldiretti, la Condotta Slow Food e Fuga di Sapori, il progetto di Economia Carceraria e Circolare nato nel Carcere di Alessandria.

Iniziative che hanno l’obiettivo di formare consumatori consapevoli del patrimonio agricolo ed enogastronomico del territorio, la cui economia si regge proprio sull’agricoltura e le produzioni di qualità per promuovere abitudini sane, contribuire alla sostenibilità e alzare la qualità di vita.

Ospiti graditissimi del Mercato Coperto di Campagna Amica i piccoli coltivatori della “Morbelli” martedì prossimo, 14 giugno, torneranno nei locali di via Guasco ad Alessandria, al Mercato Coperto di Campagna Amica: variegata, ma sempre legata alla stagionalità, l’offerta dei prodotti che proporranno con qualche accattivante novità.