Il presidente di Riprenditi Alessandria – Domenico Di Filippo

Alessandria: Lunedi 30 maggio 2022  è stato presentato nella Sala Giunta di Palazzo Comunale, il progetto del nuovo Polo Logistico di Pam Panorama S.p.A. che si insedierà nei prossimi mesi ai margini del quartiere Europa di Alessandria.

Fermo restando che la nostra associazione ha nel suo DNA un’origine non politica, aconfessionale ma con spiccate finalità ambientalista, riteniamo dire la nostra su questo argomento che sta interessando non solo i cittadini di un quartiere come quello “Europa”, ma bensì tutta la città di Alessandria.

Un progetto così impattante per il quartiere e la città, creerebbe uno sconvolgimento di tutta l’area interessata, tanto da portare un via vai di mezzi tale da creare un traffico di camion che si susseguiranno ininterrottamente durante tutto l’arco della giornata, immettendo nell’aria una quantità di Co2 tale da creare una cappa di calore e smog non certamente salutare per i cittadini alessandrini. Senza contare l’inquinamento acustico.

Ci aspettiamo che la Regione Piemonte oltre di tener conto del parere negativo della provincia di Alessandria, promuova indagini e analisi di impatto d’area condotte con riferimento all’area vasta, in particolare per i temi di viabilità̀, emissioni, gestione idrica e idrogeologica, rumore e surriscaldamento ambientale, dato che l’insediamento si localizzerebbe in prossimità di civili abitazioni di un quartiere popoloso come quello Europa. 

Gli amministratori comunali sembrano ignorare gli impegni presi anche dall’Italia con gli Accordi di Parigi contro i cambiamenti climatici e la condanna della Corte di Giustizia europea per l’inquinamento da polveri sottili nel bacino padano. 

Considerando che Alessandria apre le porte a due territori come Il Monferrato e Langhe-Roero, patrimonio UNESCO, è paradossale che si concedano nuove autorizzazioni all’ampliamento delle attività logistiche; un settore che, come testimoniano i casi di cronaca, spesso non garantisce la qualità del lavoro e le tutele dovute ai lavoratori.

Il presidente di Riprenditi Alessandria – Domenico Di Filippo