Photo by Phil Mitchell on Pexels.com

Valeria Bianchi Mian: La meraviglia, la bellezza, quando capisci di avere una relazione di amicizia con un animale selvatico

Zampetta non è una merletta giovane, ne sono certa; inoltre, il suo handicap non le consente di appoggiarsi bene quando plana sul tetto del garage davanti al nostro balcone. 

Suo marito Ciuffo ha, come si evince dal nome che gli abbiamo dato, una pettinatura diciamo ‘a cresta’. Probabilmente è un reduce Punk.

Due mesi tra cova, nascita e crescita di due micro sorelline iperattive, che passano il tempo a fregarsi il cibo a vicenda, a schizzare come fulmini da un palazzo all’altro, litigando. 

Zampetta e Ciuffo chiedono pezzi di noce al volo, non possono più fermarsi a guardare dentro la nostra cucina. Devono stare dietro alle due matte adolescenti. 

Ma questo era ieri. Oggi tutto è cambiato, c’è silenzio. Panta rei. Anche mio figlio, d’altronde, tra due giorni chiude il ciclo della scuola primaria. Sono scesa per prendere la bici, ho aperto la catena, stavo per andarmene. Zampetta mi ha vista dal tetto – mi riconosce ormai. 

È venuta giù per guardarmi. “Crescono, eh?” le dico. Mi è sembrato di udire un sospiro.