un pugno violento in aria
cerca facce da malmenare
grida di voler strappare maschere
da tropici imbiancati
scardinare longitudini dorate di tabernacoli
segreti 
come pensieri divelti e solo sfiorati

per poi divenire una
carezza
il suono di un nome
una voce 
un vento