Suono il
citofono.
E la tua
voce
dice ”Sali”.
Come può
una voce
far vibrare
così tante
parti del corpo.
Salgo le scale
e siamo
già soli,
noi due.
Hai lasciato
la porta
socchiusa,
entro, ma
non sei li
ad accogliermi.
Avanzò e ti
trovo in
salotto,
sul divano,
stai dormendo.
Resto a
guardarti ed
amarti da sola.
Valuto la
possibilità di
svegliarti,
ma, ci
rinuncio,
torno più tardi.
Ti scrivo un
biglietto “sono
stata qui e ci
sarò sempre”.
Non sai che
sono stata qui,
ti ho consumato,
non ci siamo
neppure baciati
ed abbiamo
dormito
insieme.

@ Barbieri Donatella
16 Giugno 2022

https://www.facebook.com/groups/855386975014790/permalink/1100085373878281/