Cosa si aspettano i cittadini dalla nuova Giunta PD-M5S di Alessandria?

di Pier Carlo Lava – Social Media Manager

Alessandria, sebbene la nuova Giunta di CSX targata PD-M5S sia stata eletta da un esigua parte degli alessandrini, basti ricordare che solo al primo turno oltre il 54% dei 72.500 aventi diritto di voto non ha votato, e che al ballottaggio oltre ad un aumento degli astenuti fra i votanti ce ne sono una parte che ha votato CDX, i cittadini si aspettano comunque molto da chi ora e per cinque anni governerà la città.

Negli ultimi 25/30 anni gli elettori alessandrini hanno sempre decretato un cambio politico alternando Destra e Sinistra, a questo si aggiunge un fatto decisamente significativo e preoccupante cioè l’astensione che è continuata a crescere nel tempo diventando di gran lunga il primo partito con oltre il 50% degli elettori. Un evidente conferma del profondo divario esistente fra la politica locale e i cittadini evidentemente insoddisfatti delle tante promesse non mantenute e del costante degrado morale, materiale ed economico della città.

Di prassi un nuovo primo cittadino quando viene eletto ci tiene ad affermare che governerà per tutti come del resto è giusto che sia, quindi saremo attenti spettatori. Ma vediamo un pò, anche secondo un nostro sondaggio, cosa osserveranno in modo particolare i cittadini di Alessandria.

L’attenzione nei confronti dei primi provvedimenti della Giunta sarà particolarmente rivolta a:

Ordinaria Manutenzione

All’asfaltatura delle strade piene di buche che mettono a dura prova le auto 

Ai marciapiedi sconnessi che creano non poche difficoltà 

All’abbandono dei rifiuti nelle aree dei cassonetti ma non solo 

Alla pulizia della strade che oggi lascia molto a desiderare

Alla cura del verde urbano con relativa e qualificata potatura dei cespugli

Al reimpiantò di alcune migliaia di alberi abbattuti nei decenni e mai sostituiti

Alla mancanza di scivoli dove ci sono le strisce pedonali 

Ecc.

(a questo proposito basta farsi un giro al villaggio Borsalino dove non ne esiste uno sebbene ci vivono molte persone anziane con problemi di deambulazione e una Casa di riposo dove le persone disabili in carrozzella hanno un estrema difficoltà ad essere accompagna fuori per farsi un giro nella zona).

Poi c’è la questione delle grandi opere sulle quali si è discusso molto in campagna elettorale con pareri contrastanti, tra l’altro:

Grandi Opere:

Nuovo ponte sulla Bormida

Riapertura del teatro

Ex ospedale militare

Nuovo ospedale

Ristrutturazione e progetti di rilancio della Cittadella

Rilancio dell’Università

Il polo logistico

Parcheggio sotterrano in piazza Garibadi

ZTL seria e controllata in Centro

Ecc.

Sono questi i punti e la sfida su cui nei prossimi anni, ma a partire già dai prossimi mesi, verrà valutata l’opera del nuovo Sindaco Giorgio Abonante e degli Assessori che va ricordato oltre al Sindaco 4 su 8 (manca ancora la nomina di un Assessore)… sono volti noti potremmo dire con pregi e difetti visto che che gli elettori non li hanno confermati al termine del mandato, che abbiamo conosciuto durante il periodo della Giunta di Rita Rossa…

Sulla valutazione dell’operato ovviamente non resta che attendere ricordando però che il buongiorno si vede già dal mattino…