Ogni poeta ha un “Maestro” da cui si sente particolarmente “attratto” poeticamente. Emily è ispirazione per tanti, lo è sicuramente per me. Ci accomuna questa esigenza di riservatezza, di estraneità dal clamore esterno, questo sguardo incantato all’amore, alla vita.

E nel fulgore di
un’assolata e ridente mattinata
“Ho preso un sorso di vita”.
Non chiedo altro
c’è un cielo terso, sereno,
la luce che mi avvolge il cuore,
un verso che mi accarezza.
“Ho preso un sorso di vita”
da chi mi ha preceduta e ha
trasformato le emozioni
in sorgenti di forza viva che
bagnano la mia bocca riarsa.
Ho fame di mordere il mio tempo,
ho sete di questa vita,
che è lunga il cammino di un soffio,
e se mi ferirò per i sassi
asciugherò le lacrime con
i sogni che mi regalerà la notte.

Imma Paradiso
(Ispirata ad un verso di Emily Dickinson)