La felicità è un’immensa

sorgente d’acqua gelata,

puoi goderla solo a piccoli sorsi,

solo dopo aver riversato

nell’anima stille salaci di rugiada.

La felicità è una coltre di stelle,

risplende in mondi distanti anni luce

e giunge nel nostro cuore come

un flebile bagliore intinto di mordaci paure.

La felicità è un cielo infinito,

labile parvenza di un mondo alieno.

Ne assaggiamo brevi istanti…

View original post ( continua della poesia)