Politica. Garavelli. Medico: NON È DETTO CHE LA DESTRA VINCERÀ 

Tutti danno per sicura la vittoria della Destra in Italia con FdI primo partito. Già si sta discutendo sul Premier, compresa quella figura sbiadita di Tajani. Sicuramente in Italia un vincitore c’è già l’ astensionismo. 

Bisognerà solo vedere se supererà il 50%. In questo caso non sarei così sicuro della vittoria della Destra, il cui Elettorato di opinione non ha condiviso il Governissimo con Draghi di Lega o FI e la “pseudo-opposizione” di FdI. Sempre tutti allineati su Pandemia e Guerra. 

Cosa farà in autunno poi la Destra quando dovrà confrontarsi, vinte eventualmente le elezioni, con Pandemia, Guerra, Crisi Economica e Sociale. Sarà anch’essa eterodiretta come Draghi? 

Della Sinistra non scrivo perché per il suo Elettorato, granitico, vale il motto “credere, ubbidire e combattere”.

===========================

[00:55, 23/7/2022] Garavelli medico: LA CADUTA DI DRAGHI . Penso che la caduta di Draghi sia da attribuirsi al rapido mutamento degli scenari internazionali , USA compresi , che a motivi interni. A conferma il rapido scioglimento del Parlamento per chiudere ogni porta ….
===========================

[22:08, 23/7/2022] Garavelli medico: POCHEZZA DEI PROGRAMMI Mentre si prospetta un terribile autunno con varie emergenze, sanitaria, energetica, economica e sociale, indipendentemente dalla presenza od assenza di Draghi, la cui “fuga” in questo momento desta più di un sospetto, i Partiti si apprestano ad una breve campagna elettorale con programmi i soliti, poveri e ripetitivi. Si ha la franca impressione che sempre di più la nostra Nazione sia eterodiretta e che a Roma si scriva sotto dettatura. E così gli Italiani delusi dal non sentire parlare dei temi più caldi, salute ed economia, diserteranno ancora di più le urne, consci che il loro voto non conti più nulla.