In foto, il Real Club Naùtico de Palma.

Spirit of Nerina Rolandi Auto, la barca dell’Alessandria Sailing Team, partirà lunedì 25 luglio per raggiungere Palma di Maiorca (Spagna) – arrivo previsto nella giornata di giovedì -, per disputare l’edizione 2022 della Copa del Rey Mapfre (Coppa del Re), 40ma edizione, in svolgimento dal 30 luglio al 6 agosto prossimi.

Il team sarà sul posto venerdì, per l’iscrizione, gli allenamenti, i controlli di stazza (misura della barca e delle vele) e per prendere confidenza con il vento, nelle giornate che precedono la settimana di gara. In equipaggio: Gabriele Spotorno e Gian Nicolò Piozzi prodieri, Paolo Ricaldone centrale, Paolo Sena e Giovanni Dagnino tailer, Fabio Ascoli randa e tattica, Gianluca Viganò timoniere, Paola Capizzi navigatrice (anche istruttrice di vela).

Si regata da lunedì a sabato compresi, due gare al giorno, con regate a bastone e un giorno interamente dedicato alla regata costiera di 80 miglia. Si tratta della manifestazione più lunga del circuito velistico, con una flotta eterogenea che compete sia in tempo reale che in compensazione.

L’obiettivo dell’Alessandria Sailing Team è quello di vincere il Carciofo, cioè il particolare trofeo per chi arriva primo.

I numeri dell’edizione in avvio: 120 equipaggi in 9 diverse categorie, du cui 20 in ORC3 (quella di Spirit of Nerina), provenienti dai continenti europeo e americano, tra cui paesi come Stati Uniti, Argentina, Ecuador, Brasile, Ungheria, Estonia, Svizzera, Finlandia, Polonia e Turchia, 3 equipaggi di nazionalità italiana (un equipaggio napoletano vicecampione del mondo e uno genovese oltre agli alessandrini), 4 imbarcazioni X-35 (Spirit of Nerina, una barca olandese e due spagnole).

Il meteo previsto non dovrebbe riservare sorprese, essendo sempre abbastanza stabile nel Golfo di Palma in questo periodo dell’anno: buon vento dai 10 fino a 18 nodi da mezzogiorno fino a sera con un po’ di onda; le partenze avvengono infatti sempre alle ore 13. Queste condizioni cambiano raramente, piuttosto è da studiare la direzione del vento, che varia.

Commenta Ricaldone, presidente del team: “Questa di Palma di Maiorca è la regata più bella del Mediterraneo, molto bene organizzata dal Real Club Náutico de Palma, con vari campi di regata perfettamente allestiti: per le isole Baleari è l’appuntamento clou dell’estate. Anche a terra si svolgono tante manifestazioni, la presenza del Re dà anche un contorno “vip” alla manifestazione. Quest’anno regatiamo in classe compensata ORC3, l’equipaggio è ottimo, cerchiamo di difenderci dai concorrenti più validi e superarli. La barca napoletana è forte e ha buone possibilità di successo, quella genovese regata per la prima volta a Palma, dovrà capire il campo di regata, ma è di esperienza. Noi manchiamo da alcuni anni in questa manifestazione, ma abbiamo partecipato a otto edizioni passate, vedremo al momento quali strategie adottare. È una competizione molto lunga, bisogna mantenere la calma e la concentrazione e non scoraggiarsi degli eventuali risultati negativi parziali: faremo una dozzina di regate, la differenza sarà definita negli ultimi tre giorni”.

Sarà Sua Maestà il Re Felipe a consegnare i premi al termine di Copa del Rey, insieme alla famiglia reale spagnola, nel corso di una cerimonia formale nella serata di sabato nella sede di Ses Voltes, uno spazio unico situato ai piedi della cattedrale gotica di Maiorca, che anticipa una festa alla presenza di tutti gli armatori.

Buon vento!