LETTERA APERTA AL SINDACO DI CASALE MONFERRATO 

Oggetto: pieghevole “Benvenuti a Casale” 

Gentile Signor Sindaco Riboldi, 

Siamo lieti di sapere che il Comune di Casale Monferrato ha prodotto un pieghevole informativo, in italiano e ucraino, di orientamento ai servizi a favore della popolazione ucraina che è scappata dalla  guerra e che si trova sul nostro territorio. 

Le guerre sono sempre un fatto terribile e le popolazioni in fuga vanno accolte e aiutate. Ce lo dicono la nostra Costituzione e, pensiamo, anche uno spirito di umanità e solidarietà che dovrebbe  essere patrimonio individuale e comune di ogni società. 

Proprio perché condividiamo la meritoria iniziativa da Voi posta in essere e i principi di cui sopra, ci piacerebbe che questa venisse estesa a tutte le persone che scappano dalla guerra (afghani, siriani,  curdi, iracheni, ecc.) che risiedono sul nostro territorio. 

Come sappiamo, inoltre, molte persone sono costrette a lasciare il loro Paese anche per motivi legati a persecuzioni, cambiamenti climatici, condizioni di vita precarie, ecc. Pensiamo che un Paese e una città che sappiano accogliere debbano tenere in considerazione tutte le persone migranti che vivono i nostri territori e facilitare loro l’inclusione sociale attraverso anche l’accesso ai servizi.  

Per questa ragione vorremmo chiederLe di estendere a tutte le numerose comunità migranti di  Casale la bella iniziativa del pieghevole “Benvenuti a Casale” che, siamo sicuri, renderebbe la  nostra comunità più equa, aperta e proiettata verso un futuro sempre più inclusivo. 

Nella speranza che la nostra proposta venga accolta, Le porgiamo un cordiale saluto. 

Anpi Casale Monferrato

CGIL Casale Monferrato

UIL Casale Monferrato

Educational Forum

Legambiente

APS me.dea