Stefano Capasso – poeta e scrittore

27 /07 /2022

         CANTO XX -OTTAVO CERCHIO
,                   BOLGIA QUARTA
                             INFERNO
                    INDOVINI e MAGHI

Qui sono puniti gli INDOVINI e MAGHI che camminano con il Volto distorto all’indietro, perciò costretti a camminare a ritroso, in antitesi con la loro pretesa di poter vedere avanti nel futuro .

Si arrogano ,per Dante, ingannando chi li ascolta, di avere poteri riservati
               a DIO esclusivamente .

Non bisogna confondere però gli Astrologi con gli INDOVINI.

Nel Medioevo l’ Astrologia  era considerata una scienza che trattava degli Astri e delle loro Influenze.
Dante stesso ne fa allusione, come quando dichiara di essere nato sotto i GEMELLI  e poi tratta anche di come questa influenza possa conciliarsi con il LIBERO ARBITRIO.

Ma qui si insiste sull’aspetto dell’ Inganno, della pretesa di poter vedere e modificare il Futuro , cosa del tutto falsa.

Come in vita vollero leggere il Futuro, così ora possono vedere solo il Passato .
Pena per chi ha creduto di trascendere i limiti della conoscenza umana, presumendo di poter leggere il Futuro.

<<<<<<<<<>>>>>>>>>>
                              Domani

                       Se son curioso
                            di sapere
             quel che accadrà domani
              e poi più oltre ,nel futuro,
                             rispondo
              con voce ferma e chiara :

                                No no
                        non m’importa   
                                niente.

                  Buttandomi alle spalle
                          il mio passato,
                   tranquillo vado avanti
                           perché spero
                           che il Futuro    
                  possa essere migliore.

                                  Allora
                    perché preoccuparsi
                              di sapere
                       quel che domani
                       possa accadere ?

                          Non è  questa
                un’assurda presunzione
                  di voler troppo sfidare
                       Nostro Signore ?

                  Voglio invece scoprire
                         di volta in volta
                      gioie e sofferenze,
                     della mia esistenza.

                            C’È GIÀ  CHI

             per Noi  tesse,con sapienza
                la nostra Vita Sotto il Cielo
                            a sufficienza .

                          Conosce prima
                     quel che poi accadrà
                                 per Noi
                          ma ,per fortuna,
                      non ne fa partecipe  
                               nessuno.

                     Tutti i diritti riservati
                            @ copyright
                 Autore  Stefano Capasso

                      Immagine dal Web

                        FONTE STORICA
                       GIOVANNI TERESI

                         WIKISOURCE

http://nonsolopoesiarte.art.blog/2022/07/27/e-poesia-con-il-poeta-scrittore-stefano-capasso/