SOLENNE MALINCONIA

Saranno i passi dell’inverno

perchè io sento il freddo

che gela sulla pelle

in questa estate strana

dove la noia prevale

anche se non uguale,

il malincuore sovrasta

nelle notti di luna piena

e culla la malinconia

sull’ultima onda leggera

di un mare caldo

che non è naturale,

saranno i passi scalzi

sulle rene e le sabbie

di alghe morte e granchi perduti

i freddi di un inverno

che avremo da vedere.

E sono fermo

come una statua bianca

conforme alla mia natura

di gelido pensiero

che offusca il ridere e scherzare

e spesso lo ripeto

e lo sottolineo:

“ sono stanco”,

e comprendo quando e quanto.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web: by Antonio Soares dos Resi