I baci, da sempre cantati dai poeti, celebrati, dipinti, vagheggiati, i baci…dati, ricevuti, sognati…eppure il momento più intenso, il rullo di tamburo è quello che precede l’atto, in cui sono gli occhi a baciarsi già pregustando quello che si consumerà con le bocche.

Un bacio
ed un altro
un altro ancora…
Caldi, morbidi,
insistenti, estenuanti,
baci…che iniziano
da uno sguardo,
dal baciarsi
con gli occhi,
già pregustando
la bocca e le
labbra umide,
turgide, invitanti…
Un bacio
ed un altro
e un altro ancora…
Un morire lento
in quell’intenso istante,
dove più niente esiste
solo il battere, furioso,
dei cuori e l’ansìto dei respiri.

Imma Paradiso
Immagine: Dipinto di Ron