Un amore che io sento,

alto e antico,

sequoia di secoli di abbandoni, storie, tristezze,

ore di baci, di amore,

alti, alti, più del vento,

fu nella bocca che io concentrai

il piacere ,che nella clessidra, porta di sabbia il tempo.

Cosa è il tempo, in un istante di sensi sublime!

Come possono le mie dita, scorrere e non fermarsi sulla bocca!

Io che non mi innamoro e non ricordo il sapore,

il sapore di un bacio,

d’argento sotto i miei piedi,

un cielo liquido nell ‘ azzurro della grotta,

e stranamente una luce che non si dissolve,

ferma come un pensiero che non vuole andare via!

Allora ti bacio, e io mi immergo!

Allora ti bacio e sono dentro di te!

Allora, arrivo presto, e ti bacio!

Forse è amore, Dio non lo so!

Ti bacio e lo voglio,

un istante e anche di più.

Come può accadere! è tutto fermo dentro di me,

le tue labbra sono salate,

se sarò infelice,

ricorderò i tuoi baci,

oltre il mio sogno. Iris G. DM