Credo nasca da me
il tuo movimento

quel dondolio lento,
dinoccolato
con cui rapisci il mondo
e ne fai dono
ogni giorno alla
nostra vita