La notte di San Lorenzo è nota a tutti come la notte delle stelle cadenti, la notte più romantica dell’ anno.

In realtà non si tratta di stelle, ma di uno sciame di meteore dette Perseidi , che passa più vicino alla terra nella fase fra
il 9 e il 12 agosto.

Già nell’antichità questo fenomeno era conosciuto e osservato e a Roma era
collegato al culto di Priapo, il Dio della fertilità e della potenza sessuale.
Con l’avvento del Cristianesimo, le stelle cadenti sono state definite come le lacrime di San Lorenzo Martire, che viene celebrato in questo giorno.

Vedendo cadere le stelle si esprimono desideri, infatti la parola “desiderio” deriva dal latino de sidera, che significa “dalle stelle”.

I desideri legati alle stelle ricordano anche i marinai, che spesso le guardavano nel buio totale che c’è in mezzo al mare e durante il riposo notturno desideravano tornare sani e salvi a casa dopo il viaggio .