Avv. Massimo Grattarola: A proposito della proposta di Berlusconi di rendere non appellabili le sentenze di assoluzione

Alessandria: La proposta di berlusconi di rendere non appellabili le sentenze di assoluzione ignora totalmente che:

– il 70% dei processi di primo grado è trattato da non giudici ma da onorari costituiti da avvocati senza lavoro o persone che hanno fallito più volte l’esame o dipendenti pubblici laureati in legge che non hanno mai utilizzato la laurea o pensionati che 30 anni fa si erano laureati in legge e non hanno mai frequentato un processo. Il pm non potrebbe appellare sentenze spesso impresentabili 

– oltre il 70% dei processi si prescrive per inerzia dei giudici (qualunque rinvio ottenuto su istanze o altre richieste della difesa sospende la prescrizione)

E provare a proporre invece il raddoppio del numero dei giudici e tempi perentori per svolgere le attività processuali con sanzioni pecuniarie per chi non li rispetta? Dico a tutti i partiti eh….