Giorni dispari con le mani tra i capelli,

due note,

due tasti,

noi perdiamo la vita che scorre,

lisci come porfidi,

cadono foglie di nuvole,

aspettiamo figli che non verranno,

ancora due note,

Due lacrime forse?

Due baci, ancora due baci?

E’ buio, la notte è nera.

Due stelle,

due note,

due, perchè due?

Siamo due, due fogli di carta,

due figli,

siamo due,

per amare?

Bisogna cominciare da due,

giorni pari,

giorni dispari con le mani tra i capelli,

due mani,

noi due,

due note,

due arie,

due per amare. Iris G. DM

Potrebbe essere un contenuto artistico