Intervista alla scrittrice alessandrina Liliana Angeleri

A cura di: Pier Carlo Lava – Social Media Manager

Sono lieto di pubblicare un interessante intervista alla scrittrice alessandrini Liliana Angeleri:

Liliana Angeleri – Autrice

Ci vuoi raccontare chi sei, cosa fai nella vita e qualcosa della città

dove vivi? 

Io amo leggere un po’ di tutto, specialmente le biografie.

Sono in pensione, dopo aver lavorato come impiegata nelle Poste centrali di piazza della Libertà, al primo piano in Alessandria che è un capoluogo di provincia.

Quando hai iniziato a scrivere e cosa ti ha spinto a farlo? 

Ho iniziato a scrivere sceneggiature per film lungometraggio in seguito a una forte improvvisa intuizione che ho descritto nel mio penultimo libro: CHI ERA? LA VOCE DEL SILENZIO EDIZIONI WE la cui sceneggiatura è all’attenzione del regista ALFREDO MARIANI.

Chi è per te uno scrittore?

Chi descrive le proprie emozioni è un sempre un cronista del proprio tempo che assorbe e trasmette, fissando nel tempo, l’humus dell’epoca in cui vive.

Una panchina per gli ANGELI di Liliana Angeleri

Ci vuoi parlare del tuo libro “UNA PANCHINA PER GLI ANGELI?”

Questa nuova pubblicazione è uscita a cura dell’editore ROSSINI.

A pandemia appena terminata, in centro commerciale alcune donne si siedono, in tempi diversi, su una panchina, sole o con i loro partner o con una amica e si narrano. Una di loro ricorda il regime alimentare che le ha permesso di dimagrire senza perdere la freschezza del viso, e vi sono molti altri argomenti. La panchina è il testimone inconsapevole di aver traghettato emozioni. Le persone che si alzano e si allontanano si sentono più leggere, come le piume degli angeli.

Quali sono i tuoi autori preferiti e chi ti ha ispirato?

Nessun autore in particolare, ma le emozioni che descrivo sono la somma di tutte le letture e di tutte le vicende vere che ho vissuto e che ho sentito narrare.

Ci vuoi parlare degli altri libri che hai scritto? 

I libri che ho scritto sono stati ispirate dalle sceneggiature che sono in attesa di essere trasformate in film:

IL ROMANZO DI ALERAMO: romantico/cavalleresco/fantasy. Il primo marchese del Monferrato

IL BRIGANTE GIUSEPPE MAYNO: un brigante che rubava ai ricchi per donare ai poveri, con una deliziosa storia d’amore.

BOLLE DI SAPONE: (GAGLIAUDO e gli UMILIATI) formato da due romanzi brevi ambientati nell’alto medioevo. Ora in ripubblicazione con due romanzi separati.

VIAGGIO NEL MONFERRATO SULLE ORME DELLA CAVALCATA ALERAMICA– Illustrato con molte immagini su Amazon: composto da un viaggio sulle orme della cavalcata aleramica e un itinerario romantico nelle Langhe.

CHI ERA? LA VOCE DEL SILENZIO: una vicenda vera di una donna che ha vissuto fenomeni inspiegabili

Secondo te cosa pensa la gente degli scrittori?

Sono ammirati da chi ama leggere e dimenticati dai non lettori.

Ci vuoi parlare delle sceneggiature? 

C’è, recentemente. un po’ di interesse da parte di alcuni produttori. Speriamo!

Quanto tempo dedichi al giorno alla scrittura e solitamente a che ora

preferisci scrivere?

Scrivo nel pomeriggio dalle due alle quattro o anche di più ore.

Cosa consigli a chi vuole iniziare a scrivere? 

Di conoscere bene la grammatica e la sintassi oltre all’ortografia.
Stai già scrivendo il prossimo libro e nel caso ce ne vuoi parlare?

Si ho un progetto ma è ancora molto da definire.

Progetti e sogni nel cassetto?

Il mio sogno che almeno una delle mie sceneggiature sia trasformato

 in film.