Photo by Lisa Fotios on Pexels.com

“La scrittura”:

Scrivere in fondo è un modo per cercare sé stessi tra le parole, per ritrovare la propria fisionomia intima, che risulta sempre difficile da individuare, visto che quando ci guardiamo allo specchio non possiamo che vedere l’immagine che di noi appare, per giunta specchiata.

Le sensazioni interiori, per affiorare, hanno bisogno del silenzio e di uno spazio sufficientemente ampio per contenerle, cose difficili da trovare nella odierna quotidianità, fin troppo assediata da impegni e da frette ossessive.

Quando invece ci si ritrova davanti quello spazio bianco, contenuto in un foglio, armati di una semplice penna, tutta quella fretta si affievolisce e le parole possono uscire, finalmente libere di esprimersi…

Per essere veramente libera, la scrittura, però, deve essere realmente espressione dell’animo e non inseguire i dettami delle mode, rifacendosi ai modelli che vanno per la maggiore.

Solo se corrisponderà alla nostra identità interiore, la scrittura sarà realmente benefica per il nostro animo, che vi si rispecchierà sereno.

BM 02/09/2022

da:”Considerazioni”