musica e poesia

almerighi

Ti tagli le labbra con i denti
e mi sputi sangue più o meno infetto chissà poi da cosa,
sarà il tuo modo particolare
per scrivermi lettere d’amore e
rimango con il pomo d’Adamo imprigionato
in uno schiaccianoci a dirti solo
che è andato tutto come non avrei voluto
giuro, è andato proprio tutto come non avrei mai voluto.

*

Non è per amore né per coraggio
se continuo a sputare denti sul selciato
legato a un muro di vetro screziato
difficile da scalfire con un cucchiaino
da caffè surriscaldato.

*

Hai poco da scrivere
sui rossi riflessi degli ubriachi da bar
se da Desio a Limbiate
ti sognano come un’oliva
in un campari
hai ben poco da ridere
sui buchi da riempire e da svuotare
se l’unico buco
che t’aspetta è quello
in un polpaccio o nel cervello
hai poco da difenderti
se oggi ti vuoi aggiustare con un…

View original post 10 altre parole