Ieri pomeriggio la Lega Giovani Torino era presente al Lingotto Fiere, dove si stava svolgendo il test di ingresso al corso di laurea in Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e protesi dentaria dell’Università di Torino, per sostenere la proposta della Lega di abolire il numero chiuso alle facoltà scientifiche.
Presente anche il coordinatore della Lega Giovani Piemonte, Flavio Gastaldi, candidato alla Camera nel collegio proporzionale di Torino: «Nella nostra Regione mancano centinaia di medici e operatori sanitari – spiega Gastaldi -. Riteniamo sia necessario abolire il numero chiuso, che prevede costi elevati per la preparazione ai test oltre a non garantire il pieno diritto e accesso agli studi. Vogliamo che i nostri universitari possano studiare nei nostri Atenei, senza essere obbligati a valutare percorsi di studio all’estero. Anche per questo motivo è utile incrementare il numero di borse di studio per l’accesso alle specializzazioni. La Lega propone una riorganizzazione dei corsi di laurea secondo un nuovo modello ispirato a quello francese, avvalendosi anche dell’insegnamento di medici ospedalieri già in assistenza, così da garantire l’indispensabile ricambio generazionale».
L’impegno dei giovani del partito di questa mattina va a consolidare l’occhio di riguardo della Lega verso il mondo dell’Università: «Dopo l’importante risultato raggiunto sulla doppia laurea, che consente agli studenti di iscriversi contemporaneamente a due diversi corsi già a partire da questo anno accademico – conclude Gastaldi – la Lega si ripresenta agli studenti con proposte concrete per rendere le nostre università sempre più attrattive e i nostri studenti pronti alle sfide internazionali».

Alessio Ercoli
Commissario Lega Giovani Torino