“Melancolia”

È affilato e gelido il metallo
dove giacciono tremuli i miei pugni.
Rotto il petto nell’ora dell’assenza.

…Il rigurgito di una vita in stallo:
aliti di odio sopra specchi indegni
per annientare la nostra presenza.

Una rosa scucita dalla tua asola
si sfoglia sulla terra di un’altra isola.