Oggi è il 16 Settembre ed in questo giorno, nel 1925 a Itta Bene, nel Mississippi, U.S.A., nasceva il grande bluesman B.B.King. Il suo vero nome era Riley B. King e passò la sua infanzia a fare il contadino a raccogliere cotone. Scoperta la sua passione per la musica, iniziò ad imparare a suonare la chitarra ed a cantare nel coro Gospel della chiesa. Lavorò come disc-jockey riuscendo a trasmettere in diretta anche la sua musica, usando il nome di The Pepticon Boy, poi the Beale Street Blues Boy, che poi abbreviò in Blues Boy, per poi diventare definitivamente B.B. . Iniziò a registrare ufficialmente dischi nel 1949 per la “RPM” di Los Angeles riuscendo ad avere subito successo e negli anni 50 divenne già uno dei massimi esponenti del Rhythm’Blues, per poi esprimere un suo particolare stile chitarristico e vocale che ne fece uno dei più grandi musicisti Blues del 900. Viene considerato l’iniziatore della tecnica del “vibrato”, che vede il dito compiere piccoli movimenti incrociando la corda invece che seguirne la lunghezza e fu ispiratore per intere generazioni di bluesmen. Nel 1986 vinse il Grammy Award come “Best Traditional Blues Album”, riuscendo a suonare anche in 300 serate all’anno. Divenne famoso e stimato in tutto il mondo, sempre accompagnato da “Lucille”, la sua chitarra. Morì nel 2015, ad 89 anni, nel sonno, per le conseguenze del diabete. Questa mia opera realizzata a penna è in suo omaggio e memoria.

Bruno Pollacci