Novara: SCIENZIATE E SCIENZIATI UPO IN GARA: CHI VINCERÀ IL PREMIO PER LA BUONA DIVULGAZIONE? 

Giovedì 23 settembre alle ore 20.30 al Broletto di Novara il primo “Science Slam” di Ateneo.

L’UPO lancia giovedì 23 settembre, alle 20.30, al Broletto di Novara, il primo “SCIENCE SLAM” di Ateneo, una competizione tra giovani ricercatrici e ricercatori che, in tre minuti ciascuno, presentano i loro studi al grande pubblico. È una forma di “infotainment” nata in Germania e diffusasi nel Nord-Mitteleuropa; in Italia UPO è una delle prime università a proporla, grazie al determinante sostegno del Comune di Novara e della Fondazione Compagnia di San Paolo

«Da anni seguiamo i Science Slam di mezza Europa», spiegano le tre coordinatrici scientifiche dell’evento, le professoresse Marta Ruspa, Lucia Corrado e Francesca Boccafoschi; «e siamo rimaste molto colpite dal format, tanto da proporlo prima al nostro Dipartimento, il DISS, che l’anno scorso ha svolto un’edizione pilota, e poi all’intero Ateneo. Si è acceso un entusiasmo oltre ogni aspettativa: 71 candidate/i hanno risposto al bando; 30 tra docenti, personale tecnico amministrativo ed esperte/i le/li hanno seguite/i, formate/i e selezionate/i. Alla finale partecipano in 15, provenienti dagli 8 dipartimenti, ma tutte e tutti hanno svolto un lavoro straordinario».

Ci sarà una giuria di 12 esperti (8 membri interni e 4 esterni) che, al termine di ogni esibizione, voterà la qualità dello slam. Il pubblico, presente in piazza o collegato in streaming, concluse tutte le presentazioni, voterà la/il concorrente preferita/o. Si attribuiranno dunque i pesi alle due votazioni e si determinerà la classifica finale con la proclamazione del primo, secondo e terzo premio. Il link per collegarsi alla diretta sarà pubblicato nel giorno dell’evento sul sito https://settimanaricerca.uniupo.it/science-slam.

«Con il Science Slam inauguriamo la Settimana della Ricerca», aggiunge il rettore prof. Gian Carlo Avanzi; «un nuovissimo contenitore che va oltre la Notte della Ricerca, sempre celebrata ad Alessandria il 30 settembre, e che coinvolge tutte le sedi del nostro Ateneo. È più che mai viva l’urgenza di avvicinare il pubblico non esperto alla cultura scientifica: è forse il momento più alto e più bello del nostro mandato».

I CONCORRENTI

DISIT Alessandro Nucera

DISIT Marco Ricci

DISEI Melissa Capelli

DISEI Agnese Di Brisco

DISUM Chiara Aliberti

DISUM Marta Benenti

DISSTE Hamdi Lamine

DSF Chiara Maioli 

DSF Emanuela Pessolano 

DSF Giorgia Colombo

DIGSPES Stefano Saluzzo

DIGSPES Maria Del Frate

DISS Emma Zanella 

DISS Camilla Barbero Mazzucca

DIMET Sara Centonze 

LA GIURIA

INTERNI

DISUM Alice Borgna, ricercatrice di Lingua e letteratura latina

DISEI Clementina Bruno, professoressa associata di Economia e gestione delle imprese

DIMET Nicoletta Filigheddu, professore associato di Scienze tecniche mediche applicate 

DISIT Simona Martinotti, ricercatrice di Fisiologia

DIGSPES Marco Novarese, professore associato di Economia politica

DSF Giulia Pinton, ricercatrice di Biologia applicata

DISS Salvatore Sutti, professore associato di Patologia generale

DISSTE Paola Vola, ricercatrice di Business Administration and management

ESTERNI

Gian-Andri Casutt, Presidente di EUPRIO (European Association of Communication Professionals in Higher Education) e direttore della comunicazione di ETH Board, Zurigo

Laura de Donato, giornalista, TG-Leonardo, RAI

Susanna Esposito, professoressa ordinaria di Pediatria generale e specialistica e direttrice del Master in Comunicazione scientifica, Università di Parma

Alessandro Perissinotto, scrittore, professore ordinario di Sociologia dei processi culturali e comunicativi, Università di Torino

Tutti i dettagli su https://settimanaricerca.uniupo.it/science-slam.