E la sento silenziosa

afferrarmi alle spalle

quasi mettendomi paura,

e la sento che sovrasta

anche se mi specchio

dentro un cuore che di piangere

urla e non lo vuole.

E sento pure la pioggia

cadere incessantemente

come un forte temporale

e pur rifutandola

lei mi sovrasta

e chiama la mia anima

con la parola che

non lascia spazio al niente

e del niente usa il vuoto solamente.

La sento e urlo

contro il pianto,

pure lui m’ha tradito

sul margine di un occhio

mentre nell’altro

bagna solamente.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web