L’elettricità prodotta dall’energia solare ha consentito all’Unione Europea di risparmiare ventinove miliardi di euro d’importazioni di gas nel periodo maggio-agosto 2022.

Una ricerca curata da Ember, think tank che affronta tematiche energetiche e ambientali, ha stimato che durante l’estate 2022 l’energia elettrica prodotta grazie al sole ha coperto il 12% della produzione elettrica di tutta l’Unione Europea, segnando un nuovo record. Da maggio ad agosto, l’UE ha generato 99,4 TWh (12%) di elettricità dall’energia solare, rispetto al 9% (77,7 TWh) della scorsa estate. La quota di energia solare ha superato quella di eolico (11,7%) e idroelettrico (11%) nel mix energetico e ormai non è molto lontana da quella del carbone (16,5%). Senza questi numeri, l’Europa sarebbe stata costretta ad acquistare altri venti miliardi di metri cubi di gas fossile. Secondo gli attuali prezzi giornalieri del gas, ciò ha permesso di far risparmiare ventinove miliardi di euro.

La notizia giunge in piena crisi energetica e dimostra l’importanza del solare nel mix energetico europeo. L’UE, avverte Ember, deve fare di più semplificando le autorizzazioni, aumentando i finanziamenti e diffondendo più velocemente l’energia solare. Questo permetterebbe di affrontare allo stesso tempo due problemi di stretta attualità: raggiungere gli obiettivi climatici e garantire la sicurezza, anche energetica, del continente.

Leggi tutto su: Sorgente: L’UE ha risparmiato 29 miliardi di euro grazie al solare – Ecologica