Salerno, ore 17:34

L’anima arranca

mentre le mani stringono aria,

cocente come fiumi di lava

che straripava pria

da ogni angolo della mente.

La lava ora si spegne

e un misero pugno di cenere

sorvola questo lurido mondo,

così stanco, così solo,

pullulante di anime fiacche

che da tempo hanno smesso

di sognare.

L’anima arranca

su una vita da scalare

View original post (Continua della poesia)

Leggi anche : https://alessandriaonline.com/

Leggi anche :  https://alessandria.today/