Si può cadere in molteplici modi nella vita.

Infatti a volte, accidentalmente “si precipita al suolo” stradafacendo,  per via di  un inaspettato trabocchetto, presente lungo la strada che si sta percorrendo.

In quel caso bisogna essere fortunati, a non avere  lesioni su parti vitali del corpo, che  potrebbero creare danni permanenti all’organismo. Si cerca quindi, di rialzarsi, dal terreno,  controllando che sia tutto in regola e si riprende il cammino ponendo un’attenzione  quasi esagerata al terreno che si presenta.

Un altro tipo di caduta, ma di genere completamente diverso, è quella che si può subire  sul posto di lavoro, quando ad un nostro collega viene affidato un lavoro, per il quale  ci stavamo preparando da tempo e a cui aspiravamo dal profondo del cuore….ma non  sempre le nostre aspettative, raggiungono l’agognata meta.

Infine si può cadere, anzi precipitare, in una situazione d’amore, quando ci rendiamo  conto che il nostro partner, su cui avevamo imbastito “progetti di vita futura”, ci ha deluso  profondamente e non è la persona adatta a noi.

Effettivamente sono molte le cadute in cui possiamo imbatterci, nel corso d’esistenza,  ma sta sempre a noi saper gestire, al momento opportuno, quella forza interiore capace  di trasmetterci energia, per non soccombere e girare pagina, creando nuovi presupposti

e strategie, per rafforzare quella linea della personalità bisognosa di crescere per vincere

@Silvia De Angelis