Prosciugato di vita

trattengo a fatica

lacerti di pelle pregiata

da cui spiccano

sfavillanti brandelli

di carne sfinita

Sagoma silente

reliquia d’antico vigore

ora corpo consunto

d’ardente tormento.